[...]

In Via Panelli 103, si trova il palazzo in cui vivo dagli ultimi 3 anni, nell’interno 4, per essere precisi.

Non ho mai cercato di capire chi vivesse di fronte il portone di casa mia o chi abitasse al piano di sopra, ma ho dedicato sempre una particolare attenzione alla ragazza del piano di sotto.

Una ragazza un po’ goffa e particolarmente lenta nei suoi modi di fare, sembra quasi venga da un altro universo, dove le quattro dimensioni non coesistono, il tempo, è assente.

Questa variante le permette in qualche modo di essere sempre serena, per lei le lancette dell’orologio non girano e se lo fanno, si attivano solo quando è lei a volerlo. Il suo modo di fare le cose con calma, non la preoccupa minimante, ed io, ogni volta che la vedo rifletto e mi pongo sempre una domanda…

Io che corro tutto il giorno e sono sempre attento a quel ticchettio sono meno padrone del tempo che vivo?

O lei, che lentamente vive la sua vita, ne è la vera padrona?