Interno 2

La vita in Via Panelli 103, interno 2, è tranquilla. O almeno, sarebbe tranquilla se non fosse per quell’idiota dell’inquilino che abita sopra di me. Vi assicuro che non esiste essere peggiore nell’intero universo! Non ho mai avuto la grande fortuna di incontrarlo, ma ho comunque l’onore di sentirlo incessantemente arrabbiarsi con chiunque viva su questo pianeta. Ad esempio, a volte se la prende con i passanti per strada e li apostrofa in modo poco gentile perché secondo lui complottano per guastargli la giornata con le loro brutte facce; altre volte se la prende con gli altri condomini perché secondo lui sono o troppo lenti a percorrere le scale, o troppo veloci, o troppo rumorosi, o troppo silenziosi, o troppo pochi, o troppi tutti insieme. Il Signor X odia anche gli oggetti: quelli non funzionanti o quelli funzionanti ma inutili. E quando l’odio per le persone incontra l’odio per gli oggetti, nel Signor X nasce la creatività. Una creatività che si riversa completamente ed incondizionatamente in un povero senzatetto che abita sotto casa. Ed è subito arte.