[---]

 

Sono io quello che chiede l’elemosina e dorme su un cartone ai piedi del civico 103 di Via  Panelli, proprio fuori a quel palazzo che ho progettato prima di cadere in disgrazia. Molti mi chiamano barbone altri clochard, come la ragazza dell’interno 2, talmente premurosa nei mie confronti da diventare insopportabile. Tutte le mattine, quando esce di casa per andare a lavoro, mi porta il caffè con almeno due cucchiai di zucchero, a me che il caffè zuccherato non piace. Vuoi essere premurosa? Premurati almeno di sapere quanto zucchero gradisco nella bevanda mattutina. Dovrebbe prendere lezioni dall’artista che vive all’interno 4. Lui si che sa come comportarsi con me, mi ignora, come se fossi la fioriera che abbellisce l’ingresso del palazzo. Eppure sono convinto che un giorno diventeremo grandi amici, perché se continua a fare l’artista senza trovarsi un vero lavoro, molto presto saremo costretti a condividere lo stesso cartone, sotto lo stesso palazzo. Chissà se almeno lui il caffè lo prende zuccherato.