La Nonna Pescara 

 

Basta prendere un gruppo di pescatori, un porto e un mare, amalgamare il tutto e si otterrà un piccolo villaggio, aggiungere poi un fiume con i suoi abitanti, amalgamare di nuovo il tutto e si otterrà infine una ridente comunità che dalla sua nascita ad oggi ha regalato più di un emozione a chiunque abbia avuto qualcosa a che fare con essa. Ora basta prendere una qualsiasi nonna, come la mia nata nel 1927 e si può constatare che infondo la storia di una nonna come la mia e di Pescara non sono molto differenti: sono nate nello stesso anno, sono cresciute insieme, sono diventate donne madri e nonne insieme ed per questo che considero Pescara come una grande nonna che ti da lezioni di vita, che ti fa sorridere, che ti rimprovera quando hai sbagliato. ma che ha suo tempo ha i suoi difetti che ti fanno impazzire ma allo stesso tempo te la fanno amare. Dice Tim Parks: "Pescara ha la magia di farti sentire bene con il mondo, senza che ciò ti richieda sforzo alcuno.” Complessa, non sempre semplice da capire, ma piena di sorprese sempre inaspettate, nella sua vita ne ha viste tante, quando è caduta si è saputa riprendere, è cresciuta, è diventata complessa, è diventata grande, ancora più importante. Importante per tante persone che da lei passano sempre e le lasciano sempre qualcosa di importante e indimenticabile.

 

Lorenzo Morelli.